Il dovere della memoria: un concorso con le scuole di Bari sulla Shoah

21-02-2017 12:30:53

Il passato è un’eredità importante e va messa, con cura, nelle mani del futuro. È l’impegno che, in Puglia, ha preso da alcuni anni il sindacato pensionati della Cgil, SPI Cgil: incontrare ogni anno centinaia di studenti, provincia per provincia, e permettere loro di studiare, indagare e rielaborare, attraverso la propria sensibilità e gli strumenti della contemporaneità, il drammatico tema dell’olocausto.

Per questo il Concorso. Che quest’anno è stato rivolto a tutte le scuole superiori di Bari e provincia. Alla creatività e inventiva dei ragazzi viene affidato il compito di leggere e restituire al pubblico una delle pagine più nere della storia europea del Novecento.

Una commissione, istituita dallo SPI Cgil e allargata ad altri soggetti istituzionali, selezionerà cinque lavori; i vincitori (singoli o gruppi) parteciperanno al Viaggio della Memoria, nei campi di Auschwitz e Birkenau, organizzato dal sindacato SPI Cgil Puglia a fine anno. I lavori dovranno pervenire entro il 10 marzo 2017 (clicca qui per il Bando).

Il primo incontro con i ragazzi delle scuole superiori del territorio (è prevista la partecipazione di circa 500 ragazzi) e con i pensionati, è per giovedì 23 febbraio, alle 9.30, a Bari, nell’Istituto tecnico commerciale “Lenoci” di via Caldarola.

Interverranno: il segretario generale SPI Cgil nazionale Ivan Pedretti, il sindaco di Bari Antonio Decaro, il dirigente scolastico dell’Itc “Lenoci” Cataldo Olivieri, il dirigente dell’Ufficio III dell’Ufficio scolastico regionale Giuseppina Lotito, il referente Anpi Pasquale Martino, il referente dell’associazione Deina Davide Toso, Antonio Leuzzi, storico dell’Istituto Pugliese per la Storia dell'Antifascismo e dell'Italia Contemporanea (Ipsaic), gli studenti Ilaria De Nicolò, Arianna Antelmi e Alessandro Castellana, la segretaria SPI Cgil Puglia Filomena Principale, la segretaria generale Cgil Bari Gigia Bucci, la segretaria generale SPI Cgil Bari Maria Antonelli.


Condividi sul tuo social preferito