Al via la settimana del “Camper dei Diritti” per gli “invisibili”

15 -07-2015

E’ questo il terzo anno consecutivo in cui la Flai Cgil Bat si presenta all’appuntamento della settimana dei diritti, il camper che girerà nelle campagne del territorio della provinciaper informare i lavoratori agricoli indigeni e migranti sui loro diritti.

“La strada che stiamo perseguendo è quella giusta, perché  vogliamo coagulare consensi sulla legalità, sulla trasparenza e sullo sviluppo di questo territorio. Il tema della legalità non può essere elemento di divisione ma invece sostenerla , considerando  i diritti, il rispetto del Contratto Collettivo di Lavoro e l’accoglienza quali elementi inscindibili per la qualità del lavoro e delle produzioni”.

Per avvicinare il maggior numero possibile di lavoratori agricoli immigrati e indigeni e per dare loro informazioni sui propri diritti e tutele individuali e collettive, a partire da martedì 14 luglio prossimo, il Camper  con i rappresentanti provinciali della Flai Cgil Bat ed il coordinatore regionale degli immigrati, Yvan Sagnet, girerà nelle campagne in concomitanza con l’avvio della stagione di raccolta dei pomodori, pesche, uva, ortaggi e olive per fornire tutela ai lavoratori.

Calendario degli appuntamenti:

Da martedì 14 al 18 luglio il camper della Flai Cgil girerà in mattinata nelle campagne  e la sera con iniziative nelle Piazze di tutti i Comuni della Provincia. Nella mattina di martedì nelle campagne di Andria con un'iniziativa la sera in piazza a partire dalle ore 18.00. Il giorno seguente, mercoledì 15, nell'agro di Barletta, Margherita di Savoia e Trinitapoli, mentre la sera a partire dalle ore 18,30 in piazza A. Moro a Barletta, giovedì 16 la mattina nelle campagne di Bisceglie e Trani, la sera in piazza a Bisceglie. Venerdì 17 la mattina nelle campagne di Canosa-Loconia e San Ferdinando di Puglia mentre l’appuntamento serale sarà organizzato in piazza a Loconia sempre a partire dalle ore 18.30. Sabato mattina il camper dei diritti concluderà il giro nelle campagne di Spinazzola e Minervino.


Condividi sul tuo social preferito