Aqp, Regione Puglia verso costituzione NewCo. No dei sindacati: vogliamo piano industriale

Una nota firmata dai segretari regionali di FILCTEM CGIL, FEMCA-CISL, UILTEC-UIL, CISAL FederEnergia, UGL Energia

06-12-2019 14:31:09

Il giorno 4 dicembre si è tenuto in AQP alla presenza del Presidente del CdA Simone Di Cagno Abbrescia, del direttore delle risorse umane Pietro Scrimieri e del Dott. Emanuele Fino l’incontro richiesto dalle Organizzazioni Sindacali a seguito dell’annuncio da parte aziendale del progetto di costituzione di una NEWCO aperta ai privati per il recupero delle perdite in rete.

Alle nostre richieste di chiarezza sulle motivazioni e i contorni di questa proposta, questa ci è stata rappresentata da parte aziendale come risposta all’esigenza di uno strumento finalizzato ad accelerare gli interventi sulla rete idrica (anche per evitare possibili sanzioni da parte di arera), parallelamente al programma complessivo di investimenti previsti nei prossimi anni, cosa evidentemente ritenuta non conseguibile con l’attuale struttura di AQP.

Al tempo stesso l’azienda motiva la necessità del ricorso ad un socio privato oltre che per la disponibilità di maggiori risorse professionali e finanziarie anche con la necessità di acquisire innovazioni tecnologiche.

L’azienda ha anche dichiarato che per ora si è solo nella fase di annuncio del progetto che è ancora tutto da definire, inoltre che non si ritiene ci debba essere un impatto sulla struttura e sul personale AQP.

Da parte nostra abbiamo espresso la nostra contrarietà rispetto al metodo e al merito della proposta della NEWCO.

In primo luogo non è più possibile registrare ancora un ritardo immotivato rispetto alla presentazione del piano industriale di AQP da parte dell’azienda e della Regione Puglia.

Abbiamo bisogno di un confronto complessivo sulle scelte di medio periodo, le priorità, gli investimenti, il disegno degli organici affrontando quindi la complessità del ruolo e del futuro di AQP.

Non è possibile stralciare di volta in volta un tema, un progetto, tramite conferenze stampa, come nel caso della NEWCO.

La dichiaratanecessità del ricorso al privato nell’ambito di attività proprie del servizio idrico gestito da AQP non ci vede favorevoli.                                                                          

Il progetto di AQP è in controtendenza con il quadro normativo in evoluzione (vedi progetti di legge in parlamento) che semmai tende a ridimensionare il ruolo del privato nella gestione del ciclo idrico integrato.

E’ soprattutto in controtendenza con ciò che AQP in questi ultimi anni ha fatto con il sostegno delle Organizzazioni sindacali, percorrendo la via della internalizzazione delle attività proprie del servizio idrico (vedi potabilizzazione e poi depurazione, in ultimo manutenzione specialistica) conseguendo risultati positivi in termini di miglioramento del servizio e di economia di gestione

La necessità da parte di AQP di accelerare e aumentare la capacità di progettazione e realizzazione degli investimenti sulla Rete idrica, ma non solo, cosi come l’acquisizione di nuove tecnologie è ovviamente da noi condivisa, ma non per questo la scelta di una NEWCO è obbligata né condivisibile.

La strada giusta è un’altra. I punti di forza di AQP: gestione ciclo idrico integrato; bacino regionale ottimale; completa proprietà pubblica e reinvestimento utili; gestione aziendale/industriale, vanno confermati e rafforzati.

Bisogna mettere in condizioni AQP di rafforzare le proprie risorse professionali, la sua operatività la sua gestione aziendale/industriale anche per affrontare i picchi temporanei di aumento attività. A questa esigenza deve corrispondere un adeguato PIANO INDUSTRIALE.

Bisogna quindi evitare da parte della Regione, come è avvenuto con la delibera 100, di mettere lacci e laccioli burocratici all’attività aziendale, andando oltre la dovuta azione di controllo e razionalizzazione dell’uso delle risorse pubbliche.

Le nostre richieste sono quindi:

La Regione e AQP licenzino finalmente il piano industriale avviando il confronto con il sindacato e le espressioni della società pugliese Si blocchi l’operatività del progetto della NEWCO.

Condividi sul tuo social preferito