"Bari ਠdispari", la campagna Cgil con i giovani e per il lavoro

26 -10-2016

“Bari è dispari – in gioco ci sei tu!” nasce dall’analisi di un territorio che presenta troppe disuguaglianze e ancora poche opportunità. Recependo il piano straordinario per l’occupazione giovanile e femminile, per creare 1,6 milioni di posti di lavoro elaborato dalla Cgil Nazionale, Bari inaugura una fase di elaborazione di proposta che abbraccia la battaglia sulla precarietà, il diritto alla libera informazione, l’avanzamento dei diritti, la dignità del lavoro, le pensioni, il diritto alla salute. 

“Vogliamo rendere competitivo il sistema d’impresa, ma non attraverso la flessibilità, che ha significato in questi anni solo e soltanto precarietà. Gli ultimi dati sul mercato del lavoro – dichiara il Segretario Generale della Cgil di Bari Gigia Bucci - dimostrano una riduzione dell’occupazione in quanto cosi come da noi preannunciato, terminati gli incentivi per le assunzioni, le imprese non solo hanno smesso di assumere, ma soprattutto stanno licenziando!”

Dalla denuncia puntuale e accurata, la Cgil passa ai fatti e scende in campo con proposte concrete, stilando un elenco di priorità a partire dalla creazione di strumenti reali per creare occupazione stabile.

Domani a Porta Futuro ci incontreremo con il mondo dell’associazionismo, i giovani della città, gli imprenditori, l’Università, il Politecnico, LegaCoop, e non da ultimo le istituzioni tutte del territorio metropolitano, per dar vita al LABORATORIO CON I GIOVANI PER IL LAVORO. Obiettivo: realizzare un matching, ovvero un incrocio continuo tra domanda e offerta, partendo dalla valutazione delle esigenze del mercato del lavoro e creare nuove opportunità per ridurre le disuguaglianze. Apriremo quindi un grande dibattito pubblico tra tutti gli attori del territorio per costruire insieme proposte che diventino soluzioni.

 


Condividi sul tuo social preferito