Dalla Regione 450 mln per le imprese. Cgil: soldi a chi rilancia e tutela occupazione

Dichiarazione del segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo

09-04-2020 12:38:15

La misura straordinaria di 450 mln di euro che la Regione Puglia ha annunciato per dare liquidità a imprese e partite iva, risorse autonome che si sommano a quanto già previsto dal Governo, orientate a sostenere il sistema economico in questo periodo di emergenza, come qualsiasi misura a favore dello sviluppo e che evita il rischio di desertificazione imprenditoriale, trova il nostro consenso.

Quel che per noi è fondamentale è che qualsiasi intervento a sostegno del sistema produttivo vada nella direzione della salvaguardia dell’occupazione, dei diritti, della salute dei lavoratori.

Si tratta di risorse per lo più riveniente da interventi che avrebbero dovuto essere già attuati dalla Regione Puglia, e non erano ancora partiti, soprattutto legati al Fondo sviluppo e coesione. Andavano spese prima e quindi ora non possiamo permetterci di spenderle male.

Non potremmo mai essere d’accordo con misure che vanno magari a ripianare esposizioni di imprese e che assieme non tutelano il lavoro. Anzi a nostro avviso le risorse devono essere legate a investimenti specifici, al rilancio di attività, dentro una visione complessiva di sviluppo della regione. La centralità per noi deve essere come sempre il lavoro, la qualità, l’innovazione.

Non abbiamo ad oggi gli elementi per una valutazione di merito, vedremo la delibera di Giunta come sarà articolata e ci attendiamo l’apertura di un confronto di merito sull’utilizzo di queste risorse.


Condividi sul tuo social preferito