Ddl contro omobitransfobia, Morga: calendarizzare al più presto

11-04-2019 14:50:47

La maggioranza alla Regione Puglia, e il presidente Michele Emiliano, devono dire apertamente da che parte stanno. Se con la linea di Salvini o con quella dei diritti di civiltà. La legge contro le discriminazioni e le violenze determinate da orientamento sessuale e identità di genere va portata in aula, dopo aver passato il vaglio della commissione regionale competente e dopo che è lì a prendere polvere da due anni. Se non accade viene da pensare che non è solo per colpa e ostruzionismo di quelle forze politiche oscurantiste sui diritti civili.

 

È quanto afferma la segretaria regionale della Cgil Puglia, Antonella Morga, circa la mancata calendarizzazione del Ddl contro l’omobitransfobia.

Sono norme di civiltà, di contrasto a discriminazioni ancora purtroppo presenti e diffuse nella società, nei luoghi di lavoro, nei luoghi della formazione. Chi afferma che non vi sia urgenza in tal senso mente e gioca sporco sulla pelle, la salute e la vita delle persone vittime di discriminazioni”.

Violenza fisica, verbale, morale, anche attraverso i social e la rete, devono trovare adeguate norme di contrasto e anche di sensibilizzazione. È una questione politica per la Cgil non rinviabile e per la quale chiediamo un impegno a tutte le forze politiche democratiche presenti in Consiglio e in prima persona al Governatore, primo firmatario del Ddl.


Condividi sul tuo social preferito