Elezioni per rinnovo RSU e RLSSA Igiene Ambientale, Fp primo sindacato in Puglia

30-10-2017 12:45:48

Il 25 e il 26 ottobre, i lavoratori del settore igiene ambientale hanno rinnovato le proprie rappresentanze sindacali unitarie (RSU) e quelle relative a sicurezza, salute e ambiente (RLSSA) dopo quasi quattro anni dalla prima elezione. La partecipazione ha superato quota 84%, in netta controtendenza rispetto a quanto si verifica in politica.

Le liste della Funzione Pubblica CGIL, con il 38,83% dei consensi per le RSU e il 49,75% per le RLSSA, sono risultate le più votate, in Puglia, come a livello nazionale, confermando così il primato del 2013 e segnando un'ulteriore crescita.

I dati raccolgono la media dei risultati delle aziende pubbliche e delle imprese private. In queste ultime, dove si registrano le maggiori criticità del settore, la percentuale delle liste CGIL ha superato in tutti i territori pugliesi il 60%, con punte di consenso anche al 100%, a dimostrazione di quanto sia apprezzata la funzione di tutela che la Cgil è in grado di assicurare e la capacità di risposta ai bisogni dei lavoratori, in particolare su garanzia delle retribuzioni mensili, sul contrasto alla pesante evasione riguardo alla previdenza complementare, sul lavoro in sicurezza e tanto altro ancora.

Particolarmente significativo i risultati conseguiti nel servizio depurazione dell'Acquedotto Pugliese, con oltre il 68% dei consensi, il 73% dei consensi all'ASV di Bitonto, il raddoppio all'Amiu di Taranto, alla Gialplast di Lecce, alla SIA di Cerignola, il 100% all'ARO di Francavilla Fontana (che raggruppa più comuni) e il 48% all'Amiu di Trani. Nel complesso, è un risultato eccezionale che premia l'impegno profuso dalla FP CGIL nell'ultimo rinnovo contrattuale, non solo dal punto di vista economico ma anche, e soprattutto, rispetto alle tutele previste dall'art. 18, che il Jobs Act ha abolito, all'assunzione obbligatoria di tutti i lavoratori nei cambi d'appalto, alla garanzia pensionistica integrativa e alla copertura delle prestazioni sanitarie integrative.

«Ringraziamo i lavoratori del settore igiene ambientale – commenta Beppe Ciracì, segretario Fp Cgil Puglia – per la fiducia che ci hanno accordato, per la quale sentiamo forte la responsabilità che ne deriva. Staremo in campo con sempre maggiore costanza e determinazione, senza mai far mancare loro il nostro sostegno, unitamente all'impegno più generale che, insieme, continueremo ad assicurare, per una gestione integrata del ciclo dei rifiuti, ancora tanto carente di Puglia, nella consapevolezza che questo rappresenta una garanzia per dare valore al settore, e al ruolo di chi in esso vi opera». 


Condividi sul tuo social preferito