Gesmundo su 83^ Fiera del Levante: innovazione e ambiente, il futuro è oggi

14-09-2019 11:38:40

Ci piace il claim scelto per l’83esima edizione della Fiera del Levante è “Welcome to the future”. L’idea di mettere al centro della campionaria più importante del Mezzogiorno quello del rispetto del pianeta, la questione climatica, la sostenibilità ambientale, l’economia circolare, rappresenta una scelta di grande sensibilità e attualità. Ecco che allora quel benvenuti nel futuro sottolinea un impellenza: rispetto a temi così importanti non vi è più tempo da perdere: il futuro è oggi. Un forte richiamo alle proprie responsabilità ai decisori internazionali e nazionali, come quello che si è alzato in tantissime nazioni del mondo con gli scioperi degli studenti, di quelle giovani generazioni forse più consapevoli di tutti che un pianeta di riserva, una opzione B, non l’abbiamo. La Cgil ha sostenuto e aderito alle campagne di sensibilizzazione per la giustizia climatica. Il riscaldamento globale e l’emergenza climatica rappresentano una questione politica ed etica di vitale importante, non materia esclusiva degli ambientalisti tout court. In primis perché chi più di tutti subisce le conseguenze di questo stravolgimento sono quelle popolazioni più povere che in misura minore hanno contribuito a determinarlo. E perché la capacità di rispondere ai cambiamenti è determinata dalle condizioni di sviluppo e di reddito di quei paesi. Ma se per la Cgil non c’è tempo da perdere e occorre intervenire cambiando radicalmente il modello di produzione e consumo, per renderlo sostenibile dal punto di vista climatico e sociale, questa fase di transizione non può avvenire a danno ancora dei cittadini, del lavoro e dei lavoratori. Giusta transizione, diritto all’energia e lavoro dignitoso sono nei documenti internazionali elementi chiave dell’azione per il clima. Ad esempio operando una strategia di politica industriale sostenibile che mantenga e crei posti di lavoro in settori e territori in trasformazione a causa della de carbonizzazione. Allora servono risorse per programmi di riqualificazione a aggiornamento, oltre che reti di welfare per chi è al centro di questi processi. Nuove competenze in grado di gestire le nuove tecnologie in vorticoso progresso. Allora i Governi di tutto il mondo, con un ruolo guida del’Europa e un forte protagonismo dell’Italia, devono procedere celermente e radicalmente con decisioni politiche e forti investimenti, altro che negazionismo del climate change. E per quanto sopra descritto va da sé che è fondamentale che i lavoratori e le lavoratrici siano consapevoli e informati di questi processi. Per questa ragione, e per la storia della Puglia che tra petrolchimici, centrali a carbone, industrie pesanti, ha pagato e paga un forte prezzo in termini ambientali e della salute, la nostra organizzazione ha deciso di promuovere per fine settembre una grande iniziativa sui temi della sostenibilità ambientale, della sicurezza energetica, della giustizia climatica. E siamo certi ch questa edizione della Fiera del Levante possa svolgere anch’essa un grande lavoro di pungolo alle classi dirigenti e informazione e sensibilizzazione per tutti i cittadini.

 

Condividi sul tuo social preferito