La Cgil Bat piange la scomparsa di Giovanni Lomuscio, dalla Federbraccianti a sindaco di Andria

Per lungo tempo segretario della Camera degli lavoro di Andria, divenne sindaco della città nel 1978.

21-07-2017 11:19:48

Sindacalista impegnato e poi politico infaticabile, a guidare il suo operato tanto nel mondo del lavoro quanto al servizio della città nel biennio 1978-79 in cui, a capo di una coalizione PCI-PSI, fu sindaco di Andria l’onestà intellettuale che lo contraddistingueva. È scomparso nelle scorse ore Giovanni Lomuscio, per un lungo periodo segretario della Camera del lavoro di piazza Giuseppe Di Vittorio e numero uno della Federbraccianti. Sindacalista d’esperienza prestato alla politica, oltre ad essere eletto alla guida di Palazzo San Francesco, Lomuscio fu diverse volte assessore comunale e consigliere alla provincia di Bari. La Cgil si stringe con affetto attorno alla famiglia del compagno Giovanni a cui esprime le più sentite condoglianze.

“Comunista convinto, quando si metteva qualcosa in testa non c’era verso di fargli cambiare idea” , ricordano i compagni della Camera del lavoro. “Con lui il sindacato ha compiuto numerose battaglie e portato avanti molte vertenze per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori di Andria. Di lui mancherà l’impegno che metteva in tutte le cose della vita, lo ricorderemo come un esempio da seguire soprattutto per i più giovani”.


Condividi sul tuo social preferito