La pasionaria della Cgil Carmela Panico tra le “grandi donne” della Notte in Rosa

14 -09-2012

Dopo Otranto e Conversano, domani sabato 15 settembre arriva a Foggia “La Notte in rosa”, il contenitore itinerante di idee e talenti al femminile promosso dalla Regione Puglia e dalla Consigliera regionale di Parità. E tra le donne di ieri e di oggi protagoniste dell´evento, ci sarà anche la storica dirigente della Cgil deceduta a luglio del 2009, Carmela Panico. Nel cartellone delle iniziative quella dell´intitolazione di una strada a quelle donne che sono state protagoniste della storia nel nostro territorio, nel campo politico, sociale, sindacale, civile. Tra loro anche la piccola pasionaria nativa di Cerignola. Carmela Panico iscritta fin da giovanissima al Pci, si è sempre distinta nelle lotte per l´emancipazione dei braccianti e soprattutto delle donne, cause alle quali ha dedicato molta parte della sua attività politica e sindacale. Sposatasi con un altro dirigente comunista, Vincenzo Pizzolo, al quale ha dato tre figli (Marco, Sabatina e Marisa), Carmela si trasferì a Foggia per lavorare prima nell´Unione Donne Italiane e quindi nella Federbraccianti della Cgil, ricoprendo nell´organizzazione incarichi di segreteria. Gli scioperi durissimi del 1969 per il contratto dei braccianti l´la videro in prima fila, assieme a suo fratello Pasquale, all´epoca segretario provinciale della Cgil. Dopo l´esperienza nella Federbraccianti, Carmela Panico ha proseguito il suo impegno sindacale nel sindacato del pensionati della Cgil, lo SPI, in cui ha ricoperto gli incarichi di componente della segreteria provinciale e responsabile del coordinamento donne.


Condividi sul tuo social preferito