“Lavoro nero, la volontà di emergere”: dopo la strage delle operaie tavola rotonda a Barletta di Filctem e Cgil

29 -05-2012

Manifesto 

“Lavoro nero, la volontà di emergere”: è questo il tema della tavola rotonda organizzata dalla Cgil e dalla Filctem, Federazione italiana lavoratori chimica tessile energia manifatture, in programma il 30 maggio presso l’Itaca Hotel di Barletta, a partire dalle ore 17.00. L’iniziativa è organizzata per proporre un piano finalizzato al superamento del “lavoro nero” nel nostro territorio, una piaga che si è palesata in tutta la sua tragicità con le “morti bianche” nel crollo della palazzina di via Roma, in cui persero la vita quattro operaie tessili e una studentessa. Dopo la sciagura del 3 ottobre a Barletta la questione del “nero” è “sembrata a tutti – spiega Luigi Antonucci, segretario generale Cgil Bat – non più rimandabile. Un’urgenza da affrontare in fretta. Il sommerso è un fenomeno presente in tutti i settori: secondo recenti stime, le percentuali più alte si registrano in agricoltura ma non va meglio in altri comparti come il tessile e le manifatture dove esistono realtà completamente sconosciute all’Inps ed al fisco”.

 

“Molte donne – prosegue Antonucci – accettano tutt’ora di lavorare per pochi euro all’ora perché altrimenti non potrebbero mettere il pane sulla tavola per i loro figli. Tante piccole e micro imprese devono rispettare i prezzi che impone chi ordina le commesse. I cosiddetti terzisti non possono far altro che accettare se vogliono continuare a lavorare e a far lavorare. I numeri del ‘nero’ nel nostro territorio, benché difficilmente calcolabili, sono alti. La volontà di invertire la rotta ha caratterizzato per mesi l’impegno delle forze sindacali, delle istituzioni, delle cittadine e dei cittadini, tutti uniti nel ricercare soluzioni che portassero alla definitiva cancellazione del sommerso, garantendo i livelli occupazionali ed i diritti dei lavoratori. Per questo abbiamo già da tempo avviato con gli imprenditori più ‘responsabili’ una discussione per cercare di trovare insieme la via d’uscita”.

 

La giunta regionale si è resa parte attiva in questo processo di accompagnamento delle imprese verso l’emersione e nella tavola rotonda tenterà di dare una risposta utilizzando gli strumenti consentiti dalla legge.

 

L’appuntamento prevede una prima parte con gli interventi introduttivi di Luigi Antonucci, segretario generale Cgil Bat; Vito De Mario, segretario generale Filctem Puglia e Francesca Abbrescia, segretaria Cgil Puglia. I lavori proseguiranno con la tavola rotonda alla quale parteciperanno: il sindaco di Barletta, Nicola Maffei; Raffaele De Palma, presidente del consorzio “Cinque stelle” nato all’indomani della tragedia; Alberto Morselli, segretario generale Filctem Nazionale; Elena Gentile, assessore regionale al welfare e la segretaria Cgil Nazionale, Serena Sorrentino.

 

Ufficio Stampa CGIL BAT

328.9570666

cgilbat@gmail.com


Condividi sul tuo social preferito