Sistema integrato educazione 0-6 anni, soddisfazione Cgil Cisl Uil per intesa con Regione,

29-01-2021 16:56:33

Soddisfazione di Cgil Cisl Uil Puglia per il Protocollo sottoscritto questa mattina presso la sede dell’Assessorato alla Formazione e Politiche per il Lavoro della Regione Puglia, che istituisce il Comitato per la promozione del Sistema Integrato di Educazione e Istruzione Zerosei Anni. L’intesa, sottoscritta insieme all’Ufficio Scolastico regionale e all’Anci Puglia, definisce l’ambito di azione del partenariato sociale per promuovere e rafforzare le politiche locali per l’infanzia, considerando i bisogni dei bambini da 0 a 6 anni in coerenza con il principio della continuità educativa. Il comitato sarà sede di validazione degli interventi programmati e di condivisione dei risultati ottenuti, svolgendo una funzione di supporto all’armonizzazione in un’unica strategia delle risorse finanziarie europee, nazionali e regionali disponibili per l’attuazione del Sistema integrato Zerosei Anni, sostenendo il protagonismo degli enti locali.

“Si tratta di interventi che interessano una fascia di popolazione delicata, occorrono allora risposte adeguate per le bambine e i bambini ma anche per le famiglie, così come le risorse vanno impegnate per valorizzare le necessarie competenze e professionalità, consentendo agli operatori del settore di esprimerle al meglio – commenta il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo -. Gli asili rappresentano anche una infrastruttura sociale importante per la conciliazione e condivisione del lavoro di cura ancora nella maggior parte dei casi sulle spalle delle donne, costrette spesso a rinunciare al lavoro o a riduzioni di orari con conseguenze sul reddito. Riteniamo importante anche la presenza dell’Anci per il ruolo che svolgono i Comuni nell’erogazione dei servizi e la gestione delle risorse. E il nostro grazie va alla direzione dell’Ufficio scolastico regionale per il ruolo che potrà svolgere”.

Una firma e un protocollo importanti per il segretario generale della Cisl Puglia, Antonio Castellucci, “perché vanno nella direzione del dialogo sociale avviato tra Regione Puglia e sindacati confederali, oggi anche con Anci e Usr, per il bene dei nostri figli e delle comunità regionali. Bisogna lavorare da subito, attraverso un' azione concertata e collettiva, affinché l'intesa di oggi non resti sulla carta ma possa cogliere gli obiettivi, le strategie e le finalità del Comitato regionale costituito; il tutto per definire un governo unitario delle risorse e degli interventi nel sistema dell’istruzione 0-6 anni e dell'istituzione di un concreto sistema integrato di educazione e istruzione, non sottovalutando le ricadute sociali oltre che pedagogiche ed educative di tale servizio, potenziandone l’offerta e la qualità dello stesso a vantaggio di tutte le famiglie e i cittadini pugliesi”.

Per Franco Busto, segretario generale della Uil Puglia, “un territorio che ambisce seriamente alla crescita e all'equità sociale, una regione che ha a cuore il proprio futuro, ha il dovere di valorizzare e tutelare le nuove generazioni. L'accordo odierno va proprio in questa direzione: una grande sinergia per migliorare il livello qualitativo dei servizi socio-educativi dell'infanzia, primo fondamentale baluardo del percorso formativo di migliaia di giovanissimi pugliesi, attraverso misure condivise e costantemente monitorate dalle istituzioni e dalle parti sociali, anche nell'ottica di dare seguito al tavolo regionale permanente sulle problematiche relative alle misure anti covid a tutela dei piccoli e degli operatori del settore”.

Un organismo, il Comitato regionale per la promozione del Sistema Zerosei, che entra subito nella fase operativa. La prima riunione infatti è stata fissata per il prossimo 18 febbraio.


Condividi sul tuo social preferito